sabato 24 gennaio 2009

La casa e il sole

La casa e il sole possono essere due importanti elementi per interpretare lo stato emotivo di un bambino.
La casa rappresenta il punto di riferimento, il luogo da cui deriva o dovrebbe derivare il calore familiare, e cioè la mamma.
Quando non viene colorata, quando le finestre sono disegnate piccole o sotto il tetto, quando è senza porta e senza comignolo, l'interpretazione varia a seconda dell'età: se il bambino ha tra i cinque e gli otto anni, il significato è di timidezza e di attaccamento alla madre; dopo gli otto anni può indicare isolamento e sentimenti di inferiorità.

Secondo alcuni autori, il sole è il simbolo del padre ideale. Un sole brillante, nella sua interezza, indica buoni rapporti tra padre e figlio. Un piccolo arco di sole che sta scomparendo all'orizzonte, così come il sole che sparisce dietro la montagna, indica il contrario.
Se il colore usato è di un rosso eccessivo si potrebbe pensare che il padre è temuto.
Il bambino depresso disegna paesaggi tristi, con alberi senza fogliame mentre, nel cielo il sole è coperto dalle nuvole.

1 commento:

Lisa ha detto...

Bellissimo l'argomento che hai scelto.....il mio sogno sarebbe quello di approfondire proprio questa tematica del disegno infantile...dimmi un po...qual'è la tua esperienza?o meglio...in quale sede hai approfondito questa tematica o con quali strumenti??'mi piacerebbe moltissimo poter scambiare opinioni con chi ne sa forse un po più di me che nel mio piccolo un po mi sono documentata. Sarei molto felice se tu mi rispondessi attraverso il mio blog dedicato ai bambini ospedalizzati,attendo tue notizie.
ciao